Roma è la capitale dell’Italia. Con 2,8 milioni di abitanti in 1285,3 km², è anche la più grande città italiana e la quarta città più popolosa dell’Unione Europea. Se vuoi andare nella città eterna per visitarla sicuramente la cosa che ti chiedi è di come spostarti. Niente panico perché muoversi a Roma sarà piacevole con i mezzi pubblici come: tram, metropolitana, autobus.

Roma è una città meravigliosa. Gli antichi monumenti della città ricordano costantemente un glorioso passato di quando la città era il centro della civiltà occidentale, o piuttosto il centro del mondo. Devi prenotare il tuo bed and breakfast e visitare la più bella città del mondo.

Roma è anche sede della Città del Vaticano, meta indiscussa di innumerevoli pellegrini. Offre un tour circondato da arte, storia, cultura, religiosità e gastronomia. La città eterna è una delle destinazioni più visitate dai turisti di tutto il mondo, ammirando i suoi monumenti ricchi di storia e le varie attrazioni turistiche.

Il primo di questi monumenti è sicuramente il simbolo di Roma il Colosseo. È il più grande anfiteatro della storia, di cui rimane solo una parte, ma ciò non lo rende meno affascinante. Lo chiamano “Anfiteatro Flavio” perché la sua costruzione iniziò con Vespasiano – un rappresentante della dinastia imperiale Flavia. Il Colosseo rappresenta duemila anni di storia scolpita nella pietra, un pezzo di eternità che predomina tra i Fori Imperiali. L’inconfondibile silhouette che sottolinea il cielo, il Colosseo ha tutta l’emozione di un glorioso passato. Vuoi un altro motivo per visitarlo? Nel 1990 il Colosseo, insieme a tutto il centro storico di Roma, la zona extraterritoriale del Vaticano e la Basilica di San Paolo fuori le mura, è stato inserito come patrimonio mondiale dall’UNESCO , mentre a luglio 2007 il Colosseo è stato inserito tra i nuovi Sette meraviglie del mondo. Creato per volontà dell’imperatore Vespasiano e completato da suo figlio Tito nell’80 d.C., l’edificio fu progettato per l’uso in combattimenti e giochi gladiatori e per simulazioni di caccia selvaggia ed esotica.

L’Anfiteatro Flavio ha una forma ellittica con una circonferenza di 527 metri, l’asse maggiore è 188 metri e l’asse minore 156 metri e in cima è alto 57 metri! I primi tre piani erano fatti di archi incorniciati da mezze colonne e il quarto piano aveva grandi tende che proteggevano gli spettatori dal sole. Potrebbe contenere fino a 70.000 spettatori, alcune storie menzionano un numero maggiore, 80.000 !!! 70.000 o 80.000 non cambiano il fatto che questo edificio per quel tempo fu costruito in uno dei più grandi edifici artificiali!

L’anfiteatro era dotato di 80 ingressi ad arco: 76 numerati per il pubblico e 4 orientati secondo i punti cardinali, riservati all’imperatore, alle autorità politiche e religiose e ai protagonisti degli spettacoli. Gli ingressi monumentali del nord e del sud conducevano a due stadi d’onore accanto all’arena, uno dei quali era riservato all’imperatore. E infine, quando hanno avuto spettacoli, il pubblico ha preso il suo posto secondo una rigida divisione basata sulla classe sociale.

Un altro edificio da non perdere è la Fontana di Trevi, una delle più belle al mondo. Protagonista di numerosi film e di epoca barocca, è considerata una delle fonti più famose al mondo. Questo capolavoro sensazionale è molto più di una scultura: è il trionfo dell’estetica barocca, un gigantesco tributo al dio del mare. Il rumore ruggente dell’acqua preannuncia la sorpresa di trovarsi di fronte ad essa dopo aver attraversato un labirinto di piccoli vicoli. I personaggi mitologici danno movimento e dinamismo.

Un altro monumento imperdibile è all’interno del Vaticano , stiamo parlando della Basilica di San Pietro – il centro del mondo cristiano , punto di incontro di milioni di credenti, anno dopo anno. La sua cupola è la firma dell’orizzonte romano e il suo colonnato ha abbracciato i pellegrini per secoli. Fondata nel 324 da Costantino, è la chiesa più grande del mondo ed è famosa per l’imponente cupola di Michelangelo, che la rende unica al mondo.

 

Uno spazio ricco di arte e storia che deve essere visitato sicuramente si trova nei giardini di Villa Borghese, la galleria è un’arca della bellezza dell’umanità. La Galleria Borghese è uno dei tesori di cui poche città al mondo possono vantarsi di avere, tra l’altro, situata nella vegetazione del parco pubblico più amato dai romani. E vale davvero la pena visitare la Galleria Borghese di Roma. La Galleria Borghese è un’opera d’arte che ne contiene molte altre, un tesoro custodito da Scipione Borghese nel XVII secolo. Villa Borghese, fuori Porta Pinciana, all’interno della galleria, nacque all’inizio del diciassettesimo secolo, attorno a una proprietà familiare iniziale, che fu gradualmente annessa ad altri terreni fino alla creazione di un enorme parco.

Un altro luogo imperdibile è la Piazza di Spagna, con la sua meravigliosa scalinata sia in inverno (con il tradizionale presepe) che in primavera (quando è decorato con azalee) e la Fontana (che rappresenta uno dei simboli più autentici della Città Eterna). Piazza di Spagna è una delle più famose al mondo e i suoi giardini hanno ascoltato le lingue più diverse. La scala (di fronte alla Santissima Trinità delle Colline) fu progettata da Francesco De Sanctis per unire la piazza con la chiesa. La scala indica rispettivamente il Vaticano e i simboli francesi: l’aquila di Innocenzo XIII e il giglio della regalità

I Musei Vaticani sono un capolavoro imperdibile. Solo la Cappella Sistina avrebbe compensato le miglia al botteghino. La sua collezione riunisce opere dall’epoca egizia al Rinascimento ed è presente in tutti i tour di Roma. Qui troviamo opere inestimabili raccolte dai papi (molti dei quali commissionati da loro stessi, come la Cappella Sistina e i Quartieri di Raffaello). Cappella Sistina: questo groviglio di bellezze ha numeri eccezionali, basti pensare che oltre diecimila visitatori affrontano il sole e il maltempo in lunghe file per vedere un tesoro senza rivali nel mondo. La maggior parte dei Musei Vaticani sono senza dubbio la Cappella Sistina. Questo monumento di grande valore storico si trova all’interno dei Musei Vaticani

Un altro capolavoro imperdibile è il Castel Sant’Angelo, accanto alla Basilica di San Pietro, è un monumento di grande interesse per la cultura di epoca romana. L’edificio era un luogo di rifugio per i papi, utilizzato anche come prigione. La sua costruzione risale al 130 d.C. proprio quando l’imperatore Adriano ordinò la progettazione di questo mausoleo. In questo luogo affascinante è anche possibile rivivere l’atmosfera delle carceri e degli appartamenti del Papa. Se ami l’arte, non puoi perdere questa meravigliosa visita.

Le importanti rovine dei Fori Imperiali sono una serie di piazze e monumenti, uno spazio pubblico in cui si trovava il centro politico , religioso ed economico dell’antica Roma. I Fori Imperiali furono costruiti nel I secolo a.C. I Fori Imperiali sono le rovine della Colonna Traiana (ancora ben conservata e dedicata alla conquista della Dacia da parte dell’imperatore Traiano), il Foro Traiano (che un tempo ospitava l’Arco). di Traiano – di cui non sono rimaste tracce), Foro di Cesare, Foro di Augusto, Foro di Nerva, Tempio di Minerva, Tempio di Marte e Mercato di Traiano. La Regione archeologica dei Fori Imperiali si trova nel cuore di Roma, sull’omonima strada, tra Piazza Venezia e il Colosseo al complesso del Foro Romano.

Il Foro Romano, noto anche come Grande Foro, non fa parte del complesso del Foro Imperiale (sebbene siano vicini di casa). Era situato nella valle tra il Palatino e il Campidoglio e la sua costruzione è molto più antica.

L’Altare della Patria è uno dei monumenti più rappresentativi di Roma ed è anche uno dei più recenti. Non è il risultato di una vecchia architettura, come forse qualcuno potrebbe pensare, ed è un progetto iniziato nel 1878 con la morte di Vittorio Emanuele II, il primo re della nuova Italia unificata. Il monumento è dedicato a lui (uno dei padri del paese) e per tutto il trionfo del Risorgimento italiano. Il nome ufficiale di questo grande monumento è “Altare Vittoriano della Patria” .È inoltre caratteristico delle statue che simboleggiano le regioni italiane, corrispondenti a ciascuna colonna (sedici, per l’esattezza, numero equivalente nel periodo della sua costruzione). Particolarmente degne di nota sono le statue create per rappresentare i valori della patria italiana, vale a dire: Pensiero, Azione, Sacrificio, Forza e Concordia.

Sicuramente dopo una giornata piena vorrai tornare presso il tuo bed and breakfast di Roma, ma prima devi sapere che la cucina romana è deliziosa, per cenare potrai farlo facilmente in un bel ristorante tipico posto al centro storico; nel modo tale che anche quando mangi sei circondato dalla storia.