Il Colosseo romano, noto anche come Anfiteatro Flavio: storia, architettura, il costo dei biglietti e tutte le informazioni per visitare una delle meraviglie del mondo.

Identificato come tra i simboli di Roma per eccellenza, il Colosseo è considerato un monumento universale, famoso nel mondo e meta turistica indiscussa. Noto anche come Anfiteatro Flavio perché voluto dalla dinastia Flavia, il Colosseo è in assoluto il più grande anfiteatro del mondo e da quando è stato edificato continua ad affascinare e a destare meraviglia. Scopriamo un po’ di storia e altre caratteristiche del Colosseo.

Un po’ di storia del Colosseo

Inserito fra le Sette Meraviglie del mondo moderno, il Colosseo è stato costruito in una valle situata tra il Celio, il Palatino e l’Esquilino, in seguito al prosciugamento di un laghetto che faceva parte della dimora di Nerone, distrutta nel’incendio del 64 d. CInserito nel 2007 fra le “Sette Meraviglie del mondo moderno”, il Colosseo è stato costruito in una valle situata tra il Celio, il Palatino e l’Esquilino, in seguito al prosciugamento di un laghetto che faceva parte della dimora di Nerone, distrutta nell’incendio del 64 d. C. Nato come Anfiteatro Flavio, il soprannome Colosseo gli fu attribuito grazie alla presenza di una gigantesca statua di bronzo di Nerone che sorgeva nelle vicinanze. La costruzione del monumento fu iniziata da Vespasiano nel 72 d.C. e nell’ 80 d.C venne inaugurato con 100 giorni di giochi, che videro la morte di 5000 belve e anche di diversi gladiatori.

 La costruzione del monumento fu iniziata da Vespasiano nel 72 d.C. e nell’ 80 d.C venne inaugurato con 100 giorni di giochi, che videro la morte di 5000 belve e anche di diversi gladiatori. Successivamente il Colosseo fu completato da Domiziano e restaurato da Severo Alessandro, ma poi subì gravi danneggiamenti a causa di un incendio avvenuto nel 217d.C., che distrusse le strutture superiori, e di vari terremoti che si susseguirono a cominciare dal 442 fino al 1349 Successivamente il Colosseo fu completato da Domiziano e restaurato da Severo Alessandro, ma poi subì gravi danneggiamenti a causa di un incendio avvenuto nel 217d.C., che distrusse le strutture superiori, e di vari terremoti che si susseguirono a cominciare dal 442 fino al 1349 e che ne lesionarono la struttura. Nel Medioevo i Frangipane lo trasformarono in fortezza, poi il monumento passò agli Annibaldi e poi, nel 1312, al Senato e al popolo romano. Numerosi i blocchi di travertino che costituivano la struttura primaria dell’edificio che furono utilizzati per costruire altri edifici e di lì a poco il Colosseo venne abbandonato fino a raggiungere il più totale degrado.

Composizione architettonica del Colosseo

Costruito all’esterno e nelle strutture portanti in travertino, le altre zone dell’edificio sono realizzate in tufo, laterizio e calcestruzzo. La struttura ha una lunghezza di 188 metri e 156 di larghezza e possiede tre ordini di archi che si ergono allineati sulla facciata. Costruito all’esterno e nelle strutture portanti in travertino, le altre zone dell’edificio sono realizzate in tufo, laterizio e calcestruzzo. La struttura ha una lunghezza di 188 metri e 156 di larghezza e possiede tre ordini di archi che si ergono allineati sulla facciata. L’arena ellittica interna era divisa dalla cavea da un podio decorato con nicchie e marmi, a cui accedevano solo i membri della famiglia imperiale.

L’arena ellittica interna del Colosseo era divisa dalla cavea da un podio decorato con nicchie e marmi, a cui accedevano solo i membri della famiglia imperiale.La suddivisione della cavea assegnava i posti agli spettatori in base alla classe sociale: i patrizi stavano nelle gradinate inferiori, realizzate in marmo, mentre la plebe stava nelle ultime file, i cui gradini erano realizzati in legno. L’anfiteatro poteva accogliere circa 150.000 spettatori, mentre nei sotterranei dell’arena si trovavano le gallerie per le bestie, i materiali di scena e gli ascensori. All’interno del Colosseo si svolgevano lotte tra animali, combattimenti tra gladiatori e spettacoli di condannati che venivano uccisi da bestie feroci.

I gladiatori attiravano l’attenzione del pubblico

Uno dei monumenti più famosi al mondo: il Colosseo, ovvero l' Anfiteatro Flavio a RomaAd attrarre l’attenzione del pubblico erano i gladiatori, che davano spettacolo dentro l’arena e lottavano per non soccombere. Il nome gladio deriva da una spada corta che veniva utilizzata durante i combattimenti e il posto in cui vivevano veniva chiamato “Ludus gladiatorius”. Esistevano ai tempi le scuole die gladiatori, chiamate Familiae, in cui apprendevano le tecniche di lotta da veri e propri maestri che erano riusciti a sopravvivere a battaglie molto dure. Tra i combattenti vi erano detenuti e schiavi ma anche uomini liberi che mettevano a rischio la propria vita per diventare popolari ed essere acclamati dal pubblico che li adorava.

Idee originali per visitare il Colosseo di notte per un'esperienza indimenticabile al monumento simbolo di Roma.Secondo le testimonianze, le belve venivano tenute al buio e senza cibo per diversi giorni e quando venivano ferite diventavano feroci. Le bestie uscivano man mano dai passaggi una volta fuori dai montacarichi che li sollevavano dai locali sotterranei e quando si trovavano davanti i prigionieri di guerra per questi non c’era via di scampo. I condannati a morte, pronti per essere uccisi, entravano nell’arena per la maggior parte seminudi e con le mani legate dietro la schiena. I giochi solo in origine ebbero carattere religioso, ma poi si trasformarono in una grande occasione per divertirsi anche se a morire erano gli altri.

Cosa vedere nei dintorni del Colosseo

Fare un giro nei dintorni del Colosseo vuol dire scoprire una parte di Roma assolutamente imperdibile. Immancabile è una visita al colle Palatino, per andare alla scoperta della storia antica della città e di capolavori architettonici come la Domus Aurea, la lussuosa casa dorata di Nerone costruita sulle ceneri dell’incendio del 64 d.C. Incantevole è anche Piazza del Campidoglio, progettata da Michelangelo Buonarroti e al cui centro troneggia maestosa la statua equestre di Marco Aurelio. Sulla piazza si affacciano anche palazzi stupefacenti come il Palazzo Senatorio, il Palazzo dei Conservatori, il Palazzo Nuovo e la Pinacoteca Capitolina. Meritano una visita anche i favolosi Musei Capitolini, che custodiscono opere d’arte di inestimabile valore.

Il Colosseo è uno dei monumenti più famosi del mondo e ovviamente uno dei più visitati in Italia.

Giù dalla scalinata della piazza si va verso la magnifica e scenografica Piazza Venezia, al cui centro si erge il Vittoriano, noto anche come l’Altare della Patria che ospita la tomba del Milite Ignoto. Per una veduta spettacolare si può salire fino alla terrazza del Vittoriano e ammirare da vicino le due quadrighe della patria e della libertà.

Interessanti e straordinari sono anche i Mercati traianei, un enorme e grandioso complesso architettonico che mostra ambienti con volte in muratura e pavimentati con mattoni a mosaico affascinanti e suggestivi.

Nelle vicinanze del Colosseo si trova anche la splendida Basilica di San Clemente, i cui sotterranei sono assolutamente da visitare, mentre proseguendo lungo via dei ss. Quattro Coronati si può arrivare alla Basilica di San Giovanni in Laterano, meraviglioso edificio religioso altro simbolo della città.

Dove dormire vicino ColosseoDormire vicino al Colosseo è facile e grazie all’ampia disponibilità di strutture dove è possibile scegliere quella più adatta alle proprie tasche.

Trovare un Bed & Breakfast vicino al Colosseo è facile e grazie all’ampia disponibilità di strutture dove è possibile scegliere quella più adatta alle proprie tasche. Zona ideale per trascorrere una vacanza o un soggiorno di lavoro piacevole, offre la possibilità di scegliere strutture di ogni genere, dotate di ottimi servizi e comfort, di personale cortese e gentile, sempre disponibile ad assecondare le esigenze della clientela. E’ anche possibile scegliere strutture con parcheggio gratuito, disponibilità di camere doppie, single e anche familiari, per venire incontro ad ogni necessità. In qualsiasi stagione i Bed and breakfast assicurano alla clientela camere ben arredate, anche con vista panoramica, per garantire un soggiorno indimenticabile.

Come arrivare, orari di apertura e prezzi dei biglietti del Colosseo

Indirizzo:

Centro storico, lungo i Fori Imperiali

Come arrivare

Dal centro di Roma, il Colosseo si raggiunge facilmente con i mezzi pubblici. E’ consigliabile ricorrere alla metro, che permette di arrivare all’attrazione in poco più di 10 minuti, lo stesso tempo che si potrebbe impiegare noleggiando un’automobile oppure in taxi, ma a prezzi decisamente più contenuti.

A piedi: partendo da direzione sudest verso Piazza della Repubblica, percorrendo successivamente Via dei Serpenti, è possibile raggiungere il Colosseo in circa 20 minuti. Bisogna prestare attenzione a quei tratti non sempre pensati per i pedoni.
Bus: con i mezzi nume 75, 81, 673, 175 e 204 permettono di raggiungere l’attrazione in breve tempo
Tram: il tram n° 3 conduce all’Anfiteatro Flavio.
In metro: Metro Linea B fermata Colosseo

Costi e orari

Possiamo tranquillamente affermare che il Colosseo è accessibile praticamente tutto l’anno (eccetto che nelle date del 25 dicembre e 1 gennaio), con differenti orari di apertura e chiusura in base ai diversi periodi dell’anno, dal lunedì alla domenica.

Orari: dall’ultima domenica di ottobre al 15 febbraio ore 08:30 – 16:30; dal 16 febbraio al 15 marzo ore 08:30 – 17:00; dal 16 all’ultimo sabato di marzo ore 08:30 – 17:30; dall’ultima domenica di marzo fino al 31 agosto ore 08:30 – 19:15; dal 1 al 30 settembre ore 08:30 – 19:00; dal 1 all’ultimo sabato di ottobre ore 08:30 – 18:30

Prezzi

Biglietto intero: € 12,00
Riduzioni: € 7,50 per tutti i cittadini UE di età compresa tra 18 e 25 anni
Gratuità: l’ingresso al Colosseo è gratuito per gli under 18 e per tutti ogni prima domenica del mese. E’ inoltre importante ricordare che l’ultimo ingresso all’attrazione è un’ora prima dell’orario di chiusura

Tour, visite guidate e biglietti online

Ingresso al Colosseo, Foro Romano e Palatino da € 19,00;
Tour a piedi dell’Antica Roma con ingresso senza fila al Colosseo da € 35,00;
Ingresso prioritario al Colosseo con accesso all’Arena da € 21,00;