Cosa vedere a Giacarta: guida ai monumenti, attrattive e luoghi di interesse da visitare. Ecco le 21 attrazioni da non perdere assolutamente!

Avete idea di cosa si può vedere a Giacarta, la capitale dell’Indonesia? Questa super-megalopoli offre molto di più di quanto si pensi. Per rendere la vostra visita un successo, vale la pena di scoprire prima quali sono le attività da non perdere. Ecco alcuni di loro. L’isola di Giava (una delle oltre 17.000 isole che compongono l’Indonesia) è la città più popolosa del Paese: quasi 10 milioni di abitanti nella sola capitale Giacarta.

Se aggiungiamo la popolazione che vive nelle città vicine di Depok, Bekasi e altre tre città (ora parte dell’area metropolitana o provincia), Giacarta aggiunge 30 milioni di persone, più del 10% della popolazione dell’Indonesia.

La provincia di Giacarta comprende anche centinaia di piccole isole al largo della sua costa. La maggior parte di essi sono disabitati, mentre altri sono veri e propri paradisi con risorse e servizi turistici di prima classe.

Proprio a livello turistico, Giacarta si distingue come città molto cosmopolita composta da più di 300 gruppi di popolazione tra cui quelli di origine cinese (circa 25 milioni di prima, seconda o terza generazione in tutta l’Indonesia), indù e gruppi etnici provenienti da altre isole e comunità dell’Indonesia.

Sebbene la religione ufficiale e più professata sia l’Islam, c’è tolleranza per altre credenze che vanno dal cristianesimo al buddismo. Come in altre isole e paesi dell’Asia orientale, il turismo è una delle attività economiche più importanti della città, oltre allo scambio di prodotti tessili, minerali e all’estrazione di gas e petrolio.

Nonostante sia la capitale della quarta economia più potente dell’Asia, Giacarta ha un problema di sovrappopolazione e oggi ci sono grandi sacche di povertà dovute alla costante emigrazione verso la città. Questo rende alcune zone della grande città luoghi poco raccomandabili da visitare, almeno senza qualcuno che conosca bene la città.Tuttavia, le zone più centrali, la costa e le isole sono pronte ad accogliere un gran numero di turisti e offrono molte attrazioni e sicurezza ai visitatori.

Cose essenziali da fare a Giacarta

1. Visitare il Monumento Nazionale o Monas

È il monumento più emblematico della città da quando è stata eretta nel 1961 per ricordare coloro che hanno combattuto contro l’Olanda per l’indipendenza del Paese. Data l’importanza della vostra visita può essere la prima cosa da fare a Giacarta.

Si trova nel centro della città, nella grande piazza del giardino Lapangan Merdeka (o Piazza dell’Indipendenza) e consiste in una base dove si trova un museo e un obelisco di 132 metri di altezza coronato da una scultura di fuoco.Si può visitare quasi tutti i giorni e salire fino alla parte più alta dove c’è un punto di vista a 360º. La vista di Giacarta da quell’altezza è impressionante.

2. Palazzo Merdeka

Un’altra attività da fare a Giacarta per chi è interessato alla cultura e all’architettura, e intorno a Piazza Indipendenza, è andare al palazzo presidenziale di Merdeka.

Il presidente del paese risiede in questo palazzo, che ha quasi 50 anni e ha altri edifici adiacenti, come un palazzo per gli ospiti, oltre ad essere circondato da altri edifici governativi in un’area dall’aspetto molto gradevole. Non si può entrare nel palazzo, ma vale la pena visitare l’esterno.

3. Un po’ di cultura al Museo Nazionale Indonesiano

Dopo la visita al “Monas”, possono sorgere dubbi su come è il paese dell’Indonesia. Quale modo migliore per soddisfarli se non visitare il Museo Nazionale?

Situato sul lato ovest di Piazza Indipendenza, la prima cosa che spicca è la bellezza dell’edificio, in un bianco pulito e con una bella fontana davanti ad esso governata dalla statua di un elefante.All’interno, i visitatori possono conoscere la storia del paese, vedere i resti archeologici e i campioni etnografici.

4. La Cattedrale di Giacarta: davanti alla moschea

Sebbene la religione ufficiale del Paese sia l’Islam, a Giacarta ci sono grandi comunità di altre fedi, come il Cristianesimo, a causa di secoli di colonialismo olandese. Per questo motivo, la città ha la Cattedrale di Nostra Signora Assunta, completata nel 1901 e in stile neogotico.

A pochi metri dalla moschea, questa cattedrale è composta da due grandi torri o guglie di 60 metri di altezza e l’intero tempio ha sostituito due chiese precedenti. All’interno del complesso religioso si trovano anche un giardino e piccole cappelle all’aperto come quella dedicata alla Vergine Maria. Senza dubbio, a livello culturale, una delle cose da vedere a Giacarta.

5. La Moschea di Istiqlal: un’opera d’arte

Senza allontanarsi troppo da Piazza dell’Indipendenza (questa volta nel nord-ovest), un’altra cosa da fare a Giacarta è visitare quella che è la più grande moschea del sud-est asiatico.

Circondato da due canali, è stato costruito nel 1978 e il suo nome significa “indipendenza” in arabo. Ha un minareto alto 66 metri, mentre l’edificio centrale misura più di 100 metri di diametro.La moschea ha 7 porte principali e un ampio cortile esterno. Tutte le sale possono ospitare più di 60.000 persone, rendendo Istiqlal la terza moschea sunnita più grande del mondo.

6. Tutta la storia di Giacarta in un unico luogo

Giacarta è ricca di musei e, oltre al già citato Museo Nazionale, il Museo Storico di Giacarta è l’ideale per conoscere meglio la città. Si trova a nord della città, nel centro storico, quasi a raggiungere la costa e nella zona più culturale di Giacarta, perché oltre a questo centro ci sono altri musei.

Per quanto riguarda il museo di storia (chiamato anche Fatahillah o Batavia), si trova in un edificio coloniale costruito nel 1710 ed è stato riabilitato nel ventesimo secolo per aprire le sue porte come museo nel 1974.All’interno del centro si possono visitare mostre con oggetti preistorici, dai tempi della fondazione della città nel XVI secolo e così via. Sempre, però, mostre limitate all’area occupata oggi da Giacarta.

Approfittando di essere in zona, è interessante visitare anche altri musei come Bank Indonesia, a un paio di isolati di distanza; Wayang (dedicato alle marionette) e Arts and Ceramics, su entrambi i lati del Museo di Storia, o il Museo Marittimo, oltre la strada intorno alla città, vicino al porto.

7. Visita Ancol in Gondola

Non si tratta di un tour via mare, ma di un tour aereo e una delle cose più interessanti da fare a Giacarta. Questa zona ricreativa è dotata di una funivia, chiamata Gondola, che va da est a ovest attraverso la baia e dispone di 37 cabine che si innalzano a circa 30 metri da terra.

Se ci si arriva e non si è sicuri di quale attività si vuole godere, la cosa migliore da fare è salire su una di queste cabine e avere una vista a volo d’uccello della zona.

Oltre ai parchi menzionati, si possono vedere anche le spiagge di Ancol, in particolare la Ancol Beach Pool, una spiaggia circondata da un molo che crea una grande piscina circolare dove c’è anche un piccolo parco acquatico e un ristorante sul molo stesso.

8. Entra nel Glodok, una delle Chinatown di Giacarta

A ovest della grande Jl Avenue. Gajah Mada è la Chinatown più importante della città (ce ne sono altre), un misto di strade con edifici residenziali, negozi e templi buddisti o Wihara, come li chiamano gli indonesiani.

Questo quartiere è molto cinese e si può notare la differenza con il resto della città, ecco perché è interessante includere questa attività tra le cose da fare a Giacarta.

Nelle sue strade ci sono bancarelle dove è possibile acquistare cibo da venditori ambulanti o bancarelle che vendono prodotti alimentari come verdure, frutti di mare o carne, soprattutto carne di maiale. Molte delle sue strade sono decorate con lanterne rosse e ci sono ristoranti tipici cinesi.

9. Una giornata allo zoo di Ragunan

Oltre all’offerta culturale, Giacarta (e in generale tutta l’Indonesia) ha una fauna e una flora impressionante. Ecco perché una visita allo zoo della città è un altro must, soprattutto per chi si chiede cosa fare a Giacarta con i bambini.

Situato a sud della città e inaugurato nel 1966, questo spazio ospita quasi 300 specie di piante e animali in un’area di 140 ettari, quindi molti animali vivono quasi in uno stato di libertà.Tra le specie più attraenti ci sono il famoso orangotango di Giava, i draghi di Komodo, le tigri, gli orsi e, naturalmente, gli elefanti asiatici, che possono essere cavalcati sotto la supervisione dei loro sorveglianti.

È possibile noleggiare biciclette, fare tour in autobus intorno allo zoo e ci sono ristoranti e parchi giochi per bambini per trascorrere l’intera giornata allo zoo.

10. Godetevi le numerose attrazioni acquatiche di Ancol Dreamland

Oltre agli animali terrestri, il Mare di Giava è pieno di specie marine e la zona costiera di Giacarta e più turistica conosciuta come Baia di Ancol ha grandi attrazioni acquatiche.

Il primo di questi è il Sea World Aquarium, il più grande del Sud-Est asiatico con più di 500 specie di acqua salata e dolce, tra cui vari tipi di squali o anguille elettriche.

A 200 metri a nord-ovest, si può anche godere dell’Atlantis Water Adventures Ancol, un parco acquatico con numerose attrazioni, piscine e servizi turistici.

Infine, nell’Ancol Dreamland ci sono molte altre attrazioni come la zona interna dell’isola di Ecopark, con giardini, caffè e il centro ricreativo Dunia Fantasy; il parco divertimenti Pembangunan Jaya; l’Avventura artica dell’era glaciale e, naturalmente, l’Epic Cable Park, un luogo dove è possibile praticare Wakeborard, Wakeskate o noleggiare jet ski, tra le altre attività.

11. Shopping al centro commerciale Grand Indonesia

Decidere dove fare acquisti a Giacarta è difficile. Ci sono più di 170 grandi centri commerciali e molti altri negozi e mercati, alcuni dei quali in zone labirintiche dove ci si può perdere.

Dovete anche sapere che quando si tratta di abbigliamento, predominano i modelli locali come i costumi da bagno da donna a pantaloni lunghi (bikini), anche se ci sono anche centri commerciali con abbigliamento più occidentale.Uno di questi è il Grand Indonesia Mall, un gigantesco spazio di 650.000 metri quadrati, diviso in due grandi aree separate da una strada centrale.

In questa città dello shopping, come la chiamano, ci sono cinema per la visione di film in 3D, un hotel a 5 stelle, una grande fontana interna i cui getti d’acqua creano figure impossibili, una grande sala eventi dove si svolgono eventi come sfilate di moda internazionali, e centinaia di negozi, ristoranti e caffè.

Se avete ancora voglia di fare un po’ di shopping, proprio di fronte ad essa si trova la Plaza Indonesia, anch’essa di dimensioni enormi e che circonda, insieme alla Grande Indonesia, la grande piazza del Monumento al Selamat Datang.

12. Un paio di giorni di riposo in un’isola paradisiaca

Un’ultima cosa da vedere a Giacarta è visitare l’isola di Pari, un luogo semplicemente paradisiaco a circa 70 chilometri dalla costa di Giacarta.

Questo posto è molto visitato da backpackers e viaggiatori senza molti soldi in tasca perché i prezzi non sono molto costosi, ci sono supermercati, diversi ristoranti e alloggi in stile Bed & Breakfast.

Tuttavia, l’esperienza è eccezionale con spiagge di sabbia bianca come Star Beach, gite in barca nella zona o la possibilità di immergersi nelle acque cristalline che circondano l’isola.

13. Waterboom: più divertimento circondati dall’acqua

I parchi di divertimento acquatici non finiscono nella zona di Ancol. A ovest, a Pantai Indah Kapuk, in un quartiere pieno di case in stile coloniale, si trova Waterboom, uno dei migliori parchi acquatici del paese e una delle cose più consigliate da vedere a Giacarta.

Con più di 35.000 metri quadrati, dispone di numerosi e variegati scivoli, spazi verdi per il riposo, piscine, ristoranti e altre attrezzature e servizi che lo rendono un parco acquatico di altissimo livello.

14. Provate alcuni dei piatti tipici del paese

L’Indonesia è un crogiolo di culture e la sua cucina ha anche un interessante mix dove le principali influenze provengono dalla cucina cinese, europea e indiana. Come in altre parti del Sudest asiatico, il riso è l’alimento base di molti piatti, oltre al latte di cocco e alle spezie come il peperoncino.

Tutto per creare magnifici piatti di carne, pesce e verdure come il Nasi Goreng, riso con salsa di soia e accompagnato da pollo o uova fritte; il Bakmi Goreng, i famosi tagliolini fritti che si vendono anche nelle bancarelle di strada, o il Karedok, un piatto di verdure con salsa di arachidi.

15. Allontanarsi dal trambusto di Giacarta

Approfittando della visita al parco acquatico Waterboom, un po’ più a ovest, quasi fuori città, si può visitare una bellissima foresta in una zona di paludi e piccoli laghi chiamata Taman Wisata Alam Mangrove.

Ci sono molti ponti di legno per attraversare le piccole isole che compongono questo spazio verde, si possono noleggiare barche, godersi la fauna e la flora della zona e, soprattutto, rilassarsi un po’.

16. Un ultimo museo: la Galleria Nazionale d’Arte di Giacarta

Prima di passare al tempo libero e allo shopping, un’ultima attrazione culturale di Giacarta è la National Gallery of Art, situata a est della grande Piazza dell’Indipendenza. Nonostante l’apertura anticipata (1999) l’edificio risale al 1817, uno dei più interessanti dell’epoca coloniale.

Oggi questo luogo è una visita obbligata perché si possono vedere molte delle opere artistiche che sia i creatori stranieri che quelli locali hanno sviluppato a partire dal 1770.

17. Acquistare un batik nel mercato di Pasar Baru. Visita i mercati di Giacarta

Se preferite conoscere meglio i prodotti del paese e portare con voi anche un souvenir, un’altra cosa da fare a Giacarta è visitare i mercati e i negozi locali. Il numero è immenso e ci sarà sempre un negozio con buoni prodotti vicino all’hotel dove soggiornate, ma se c’è un mercato particolare da evidenziare, è quello di Pasar Baru.

A sud-est della Plaza de la Independencia, è la più popolare e dove si possono trovare tutti i tipi di prodotti fatti a mano come l’abbigliamento stampato con la popolare tecnica locale chiamata batiks; tutti i tipi di figure scolpite in legno; parei o gonne indonesiane in molti colori; oro e porcellana e, naturalmente, le famose maschere di Giava e Bali.

Oltre a questo mercato, ci sono altri mercati popolari come Jalan Surabaya, totalmente street, o Pasar Seni, più orientato alla vendita di prodotti artistici.

18. Gustate i migliori frutti di mare del Trio

Oltre alle suddette prelibatezze, che vengono servite nella maggior parte dei ristoranti, se volete assaggiare i migliori frutti di mare, vi consigliamo di visitare il ristorante cinese Trio.

Situato a sud di Plaza de la Independencia, e con un’offerta impareggiabile di pesce e frutti di mare: gamberi in salsa al burro, zuppa di uova di granchio con asparagi o involtini di gamberi.Il posto non è molto lussuoso ma è uno di quei ristoranti che tutti visitano durante un viaggio a Giacarta.

19. Bere una birra in alto

Un’altra cosa da fare a Giacarta è salire su uno dei suoi grattacieli. Non lontano dal Grand Indonesia Shopping Center si trova la Torre BCA, alta 230 metri.

Al suo ultimo piano, al 56°, si trova uno dei locali più interessanti della città: lo Skye Bar & Restaurant. Anche se è un po’ costoso da mangiare, l’accesso e la bevuta di una birra non è così costosa rispetto alla vista che si può avere della città e alla qualità del luogo.C’è una piccola piscina e la sua configurazione permette una vista a 360º della città. Ne vale la pena.

20. Godetevi la vita notturna di Giacarta a prezzi più bassi

Non molto più lontano dalla Torre BCA, quasi nelle vicinanze della Plaza de la Independencia, si trova la via Jalan Jaksa, circondata da altre strade dove ci sono molti posti per bere un drink e uscire la sera a prezzi economici.

In realtà, questa è una zona molto popolare per i backpackers e i viaggiatori che sono solo alla ricerca di un pub, una terrazza o una piccola discoteca per trascorrere il pomeriggio-notte.L’area è piena di posti, ma tra tutti dobbiamo evidenziare Melly’s Garden, Equal Park e Cocktail and Friends. La maggior parte di questi posti servono bevande a buon mercato, spuntini a pranzo e spettacoli dal vivo.

21. Taman Mini Indonesia Indah: Indonesia in un 1 km2

Dato che l’Indonesia è molto grande e ha migliaia di isole, attraversare tutto questo sembra una missione impossibile. Per questo motivo il governo indonesiano ha creato questo parco a tema nella parte orientale della città, in periferia, con attrazioni dei luoghi e degli aspetti più importanti dell’Indonesia.

Durante la visita si può godere di una zona di laghi e isole di circa 200 metri di lunghezza e che sono una replica esatta in miniatura dell’arcipelago dell’Indonesia.

C’è anche un padiglione per vedere la grande isola di Sumatra, un parco di uccelli in una cupola di vetro o un padiglione in stile balinese con un museo all’interno.Ma l’attrazione più visitata è il Taman Mini Indonesia Indah, un castello fiabesco con numerose attrazioni per bambini al suo interno.