Ecco il nostro itinerario per visitare Roma in 4 giorni

Avete solo quattro giorni di tempo da dedicare ad una vacanza a Roma? Benissimo, sappiate che 4 giorni sono più che sufficienti per scoprire le meraviglie di questa bellissima città e immergervi nell’atmosfera speciale di alcuni dei simboli di Roma più famosi al mondo. Potrete vedere monumenti, parchi, musei e tutto ciò che desiderate, senza perdere luoghi caratteristici che fanno di Roma una città unica al mondo. Per rendervi la gita più semplice e farvi godere ogni momento della vostra vacanza ecco un itinerario da seguire passo per vedere il più possibile in 4 giorni!

PRIMO GIORNO

Luoghi da visitare

Città del Vaticano
Musei Vaticani
Castel Sant’Angelo
Piazza Navona
Campo dei fiori
Trastevere

Città del Vaticano

Iniziate il primo giorno del vostro itinerario per visitare Roma in 4 giorni partendo dal luogo simbolo della città e della cristianità nel mondo, Città del Vaticano. Per raggiungerla prendete la metro fino alla fermata Ottaviano -San Pietro e da qui proseguite dritto fino a raggiungere la cittadella. Per evitare di trovare troppa gente conviene muoversi di primo mattino, così potrete sostare in Piazza San Pietro e ammirare lo spettacolo del colonnato imponente e maestoso creato dal Bernini. Vale la pena scattare qualche foto per immortalare questa meraviglia! Dopo aver goduto la bellezza della magnifica piazza entrate nella Basilica di San Pietro, in assoluto la chiesa più spettacolare e più grande italiana. Entrando nella basilica non potrete fare a meno di emozionarvi, considerato che è la culla del cattolicesimo e anche per la magnificenza delle opere che conserva al suo interno. Fate attenzione a vestirvi adeguatamente, senza calzoni corti o abiti scollati, altrimenti non vi faranno entrare. All’interno potrete ammirare la Pietà di Michelangelo, il baldacchino del Bernini e altre sculture e dipinti preziosi. Immensa è la cupola, che potete visitare salendo i 551 gradini che portano fino in cima: da lassù potete ammirare una vista mozzafiato su Roma.

Musei Vaticani

Una volta visitata la Basilica non potete perdere una sosta ai Musei Vaticani situati nelle vicinanze. Per evitare la fila all’ingresso vi conviene acquistare i biglietti online e così potrete entrare senza lunghe attese. Ovviamente non potrete visitarlo tutto, ma in un paio d’ore potrete vedere i luoghi principali e anche più importanti, che sono la Pinacoteca, il museo Pio-Clementino, la galleria delle carte geografiche, le stanze di Raffaello e la Cappella Sistina affrescata dal celebre Michelangelo.

Castel Sant’Angelo

Soddisfatti della visita ai musei vaticani, adesso potete passare alla prossima tappa che è Castel Sant’Angelo, a cui arriverete percorrendo via della Conciliazione. Questa magnifica fortezza papale costruita nel medioevo sui resti del mausoleo dell’imperatore Adriano è uno splendore, così come lo è la sua Terrazza dell’Angelo, dalla quale si vede la città con una vista spettacolare. Adesso magari vi sarà venuta fame ed è quindi giunto il momento di fermarvi in una trattoria della zona per assaporare qualche pietanza locale.

Piazza Navona

Rifocillati e con le energie recuperate, percorrete Ponte Sant’Angelo e dirigetevi verso Piazza Navona, una tra le piazze romane più belle in assoluto. Lo splendore e il fascino dei meravigliosi palazzi barocchi e delle stupefacenti fontane vi lasceranno di stucco e vi immergerete in pochi secondi in questa atmosfera che vi porterà indietro nel tempo. La piazza è sempre piena di turisti e ritrattisti che la popolano giorno e notte. Qui potete soffermarvi per bere un caffè e sedervi ad un tavolo per gustare l’armonia del posto.

Campo dei fiori

A questo punto dirigetevi verso Campo dei Fiori: per farlo dovete tornare a piazza Navona e uscire dalla parte sud della piazza, attraversare Corso Vittorio Emanuele e proseguire da Via dei Ballauri fino ad arrivare a Campo dei Fiori. Qui troverete al centro della piazza la statua di Giordano Bruno, arso al rogo durante la Controriforma. Di giorno la piazza si tinge dei colori delle bancarelle del mercato, mentre la sera è ritrovo di cittadini e turisti che riempiono i locali.

Trastevere

Se volete concludere il vostro primo giorno a Roma con qualcosa di romantico e affascinante allora raggiungete Largo Argentina e prendete il tram numero 8 che vi porterà a Trastevere, un quartiere della città molto chic. Oggi è ancora una della zone più belle e vivaci di Roma e vi si può respirare ancora quell’atmosfera magica degli anni ’50: una passeggiata appassionante e coinvolgente vi porterà tra i vicoli e le tante meraviglie nascoste nelle sue piazze, nei suoi monumenti, un luogo in cui moderno e antico si fondono e convivono armoniosamente. Visitate piazza Santa Maria in Trastevere con la sua la incantevole basilica, la Basilica di Santa Cecilia, Piazza Trilussa e terminate la serata con un bella cenetta in uno dei tanti locali romantici del quartiere.

SECONDO GIORNO

Luoghi da visitare

Piazza di Spagna
Fontana di Trevi
Pantheon
Piazza della Minerva
Tempio di Adriano

Piazza di Spagna

Il secondo giorno di questo itinerario per visitare Roma in 4 giorni comincia da Piazza di Spagna, che potrete raggiungere con la metro alla fermata Spagna. Spettacolare con la celebre scalinata di Trinità dei Monti, da vedere è la splendida fontana, la Barcaccia, situata ai suoi piedi. Il fascino dei palazzi che circondano la piazza è incredibile, così come la sua eleganza è indiscussa. Se volete concedervi una passeggiata di lusso imboccate Via dei Condotti, la celebre via dello shopping che parte proprio davanti alla scalinata: in questa via troverete le migliori griffes internazionali e oggetti costosi!

Fontana di Trevi

Arrivati in Via del Corso, un’altra via dello shopping, potete dirigervi verso la prossima tappa che è la Fontana di Trevi. La splendida fontana barocca vi accoglierà con le sue meravigliose vasche e la sentirete ancora prima di giungere grazie al fragoroso rumore delle acque che avvisano appunto la sua presenza. Piazza Trevi e la sua fontana sono sempre popolate da turisti che lanciano le monetine nell’acqua.

Pantheon

Ancora con l’immagine della fontana negli occhi lasciate questo posto per vedere un’altra delle meraviglie di Rona, il Pantheon, altro simbolo della Roma antica perfettamente conservato nonostante i secoli trascorsi sono davvero tantissimi. Questo edificio vi sbalordirà per la sua ingegneria e per la cupola in calcestruzzo più grande del mondo. Fantastici gli interni ricoperti di marmo e decorati con stucchi preziosi.

Piazza della Minerva

A pochi passi dal Pantheon non può mancare una tappa a Piazza della Minerva, su cui si affaccia la splendida chiesa di S Maria Sopra Minerva. Bellissima la facciata gotica realizzata in un mistico rosa tenue in cui risplende l’arte dell’allievo del Bernini che su suo disegno ha scolpito l’elefantino che fa da base all’obelisco più piccolo dell’Urbe.

Tempio di Adriano

Sempre nelle vicinanze, non perdete di soffermarvi sui resti di quello che un tempo era il tempio di Adriano: si tratta di undici imponenti colonne inglobate nell’edificio della Borsa che occupano quasi interamente un lato di piazza di Pietra e ci riportano ai fasti della Roma antica. La piazzetta, molto suggestiva, si raggiunge facilmente sia scendendo da piazza Montecitorio che dal Pantheon. Potete terminare il tour del secondo giorno con una bella cena proprio in questa zona, sotto il fascino di monumenti della Roma antica.

TERZO GIORNO

Luoghi da visitare

Colosseo
Fori Imperiali
Piazza Venezia
Santa Maria in Aracoeli
Musei Capitolini

Iniziate il terzo giorno di questo itinerario per visitare Roma in 4 giorni con i monumenti e i luoghi più interessanti di Roma antica.

Colosseo

Prendete la metro fino alla fermata Colosseo e dedicate a questo monumento tutto il tempo necessario per ammirarne la bellezza e la magnificenza. Per visitarlo all’interno acquistate il biglietto on-line ed eviterete le lunghe code all’ingresso. Noto anche come Anfiteatro Flavio, questo monumento è stato dichiarato patrimonio dell’UNESCO. Il Colosseo prende il nome da un’enorme statua bronzea di Nerone situata nelle vicinanze.

Fori Imperiali

Terminata la visita, prendete via dei Fori Imperiali e raggiungete il Foro Romano, dove anticamente si svolgeva la vita diurna di Roma. Tutto attorno si estende l’area dei Fori Imperiali, un complesso archeologico che racchiude tutti i fori costruiti dai vari imperatori tra il 42 a.C. e il 112 d.C. La via è stata fortemente voluta da Mussolini che mise in luce buona parte delle opere della Roma antica. L’ultimo foro è quello di Traiano dove spicca la spettacolare Colonna di Traiano, tutta decorata con le battaglie vinte dall’imperatore contro i Daci.

Vittoriano

Prima di proseguire vi conviene prendere qualcosa da mangiare oppure soffermarvi in qualche posto per consumare qualcosa. Dopo che avrete ripreso le forze proseguite verso Piazza Venezia per visitare il Vittoriano. Questo monumento, realizzato nel 1885 per commemorare l’unità d’Italia, oggi è dedicato al milite ignoto. Dall’alto della sua cima potrete vedere un panorama meraviglioso sui luoghi circostanti. E’ possibile salire sulla terrazza con l’ascensore panoramico in vetro posto ai lati della struttura.

Santa Maria in Aracoeli

Vicinissima al Vittoriano, una tappa d’obbligo è alla Basilica di Santa Maria in Aracoeli, famosa per conservare la scultura in legno del Bambino Gesù, considerata miracolosa. Situata a sud del Monte Capitolino, la chiesa risale al VI secolo, ma più volte ha cambiato ubicazione, mentre oggi brilla in tutto il suo splendore. Divisa da 22 colonne di differenti tipologie, provenienti da vari edifici dell’Antica Roma, ha il soffitto in legno è decorato con dipinti che illustrano la Battaglia di Lepanto. La Scalinata dell’Ara Coeli venne edificata nel 1348, è in marmo ed è composta da 124 ripidi gradini che portano all’ingresso della Basilica di Santa Maria in Aracoeli.

Musei Capitolini

Anche una visita al Campidoglio è d’obbligo, e per raggiungerlo basta percorrere la Cordonata, ovvero la scalinata che conduce da Piazza d’Aracoeli alla Piazza del Campidoglio, progettata da Michelangelo. Oltre alla statua equestre di Marco Aurelio, la copia, potrete visitare i Musei Capitolini che sono il più antico museo pubblico del mondo.

QUARTO GIORNO

Luoghi da visitare

Villa Borghese
Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
Galleria Nazionale di Arte Moderna
Mausoleo di Augusto
Ara Pacis

Villa Borghese

L’ultimo dell’itinerario per visitare Roma in 4 giorni parte da Villa Borghese, uno dei parchi più belli della città e dove si può trascorrere del tempo ammirando tante meraviglie. Il parco è il luogo ideale per concedersi qualche ora di relax e anche per far giocare i bambini senza pericoli. Per raggiungerlo dovete scendere alla stazione Flaminio, imboccare Via Flaminia e raggiungere Via di Villa Giulia. Non può mancare una visita al Museo che conserva una delle collezioni di oggetti d’arte più prestigiose di Roma. Qui potete ammirare opere di Bernini, Caravaggio, Raffaello e Botticelli e Raffaello, e perfino opere del Canova.

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

Tappa successiva è il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, che custodisce dal 1889 la collezione nazionale di oggetti etruschi provenienti da varie tombe del Lazio. Numerosi i pezzi celebri, come il sarcofago degli sposi.

Galleria Nazionale di Arte Moderna

Percorrendo il Viale delle belle arti raggiungerete la scalinata della Galleria Nazionale di Arte Moderna. Qui potrete ammirare i capolavori degli artisti italiani tra Otto e Novecento. Le opere d’arte sono circa 20.000 tra dipinti, disegni, sculture e installazioni che testimoniano le principali correnti artistiche dall’Ottocento ai nostri giorni.

Mausoleo di Augusto

Imboccando via di Villa Giulia e oltrepassando Piazza del Popolo arriverete al Mausoleo di Augusto, un momento funerario di imponenti dimensioni risalente al I secolo a.C. Il mausoleo presenta una forma circolare e un diametro di 87 metri, con cinque anelli e muri radiali che compongono la struttura.

Ara Pacis

Poco più avanti potete raggiungere l’Ara Pacis, altro monumento importante dell’arte classica. La sua costruzione fu votata dal Senato romano nel 13 a.C. in onore del ritorno di Augusto dalle province di Gallia e di Spagna. Il monumento simboleggia la pace e la prosperità che furono raggiunte grazie alla “Pax Romana”.

Biglietti

Siamo giunti al termine dell’itinerario di 4 giorni per visitare Roma. I monumenti inseriti nel percorso vi forniranno una visione globale della città e comunque approfondita.

Se volete risparmiare sull’ingresso alle varie attrazioni elencate è consigliabile acquistare uno dei tanti pacchetti combinati che vi consentiranno di entrare in più edifici e strutture. In alternativa sono disponibili Roma Pass o la Omnia Card.