Let’s travel together.

Visitare Roma in 3 giorni con bambini – Dove andare e cosa vedere

0

Avete intenzione di visitare Roma in 3 giorni con i bambini per vivere una vacanza all’insegna della famiglia? Benissimo, niente di più bello che far scoprire la città ai più piccoli, basta solo prendere qualche precauzione e seguire qualche accorgimento affinché tutto vada a meraviglia. E’ importante ovviamente curare l’itinerario e individuare i luoghi da visitare con anticipo in modo da organizzare tutto alla perfezione.

Tre giorni sono più che sufficienti per scoprire l’anima della città eterna e mostrare ai bambini posti interessanti, in grado di suscitare curiosità e anche divertimento, perché la città è ricca anche di parchi e attrazioni per coinvolgere i ragazzi che potranno vivere un’esperienza entusiasmante. Ecco dunque un itinerario di tre giorni che però potrete variare a vostro piacimento!

Visitare Roma in tre giorni con bambini – Primo giorno

Luoghi da visitare
Bioparco di Villa Borghese
Cinema dei Piccoli
Museo dei Bambini Explora
Museo Carlo Billotti
Piazza di Siena
Casina di Raffaello
Explora

L’itinerario di 3 giorni per visitare Roma con i bambini inizia da Villa Borghese e dal suo splendido parco, simbolo della città e unico nel suo genere. Villa Borghese è infatti uno dei parchi pubblici più grandi di Roma che si estende con 80 ettari di verde e rappresenta il polmone del centro cittadino, una risorsa fondamentale per ossigenare Roma e offrire alle famiglie con bambini anche diversi punti di svago. Per raggiungere il parco imboccate Viale Whashington e vi troverete i bellissimi giardini di Villa Borghese.

Oltre che a piedi, il parco può essere visitato senza pericoli anche in bici, ma i bambini potranno correre e giocare liberamente e con loro potete concedervi un delizioso e piacevole picnic. All’interno di Villa Borghese troverete il fantastico Bioparco che occupa 18 ettari della Villa ed ospita circa 1100 animali appartenenti a 200 specie diverse: il bioparco è un’autentica attrazione per i bambini che gioiranno alla vista di animali come elefanti, giraffe, leoni, leopardi, ippopotami coccodrilli, gorilla, cammelli ed esemplari di specie poco note come lemuri, varani e decine di uccelli rari. C’è anche uno stupendo Rettilario, in cui si trovano boa, anaconde e pitoni. Inoltre, vi sono anche dei laboratori didattici a cui possono prendere parte mentre visitate il parco.

All’interno di Villa Borghese è presente anche un cinema fuori del tempo, nominato Cinema dei Piccoli, alloggiato in una costruzione in legno e sito a pochi passi da Via Veneto e Porta Pinciana. Qui vengono programmati soprattutto cartoni animati e dal 1934 continua ad essere un’attrazione per i bambini che adorano vivere la magia della settima arte in questo posto affascinante. Il cinema è’ piccolo, 60 posti circa, quindi se volete portarvi i bambini è’ preferibile prenotare.

Una tappa interessante è quella al museo Carlo Bilotti, in cui potrete ammirare appena 23 pezzi, di cui 18 opere di Giorgio de Chirico, compresa la famosa scultura “Ettore e Andromaca”, che si trova all’ingresso. La vista è gratuita e sicuramente piacerà anche ai bambini. Procedendo lungo stessa strada giungerete a Piazza di Siena, in cui oggi si svolgono concerti estivi e corse di cavalli. Nei pressi della piazza potete visitare la Casina di Raffaello, una ludoteca posta all’interno di un affascinante palazzo del ‘500, in cui i vostri bambini potranno assistere a divertenti spettacoli e partecipare ad interessanti laboratori.

Imperdibile è una visita ad EXPLORA, un’attrazione unica per i bambini. EXPLORA è il museo dedicato ai piccoli da 0 a 12 anni ed è allestito come una città in miniatura a misura di bambino, in cui si può toccare tutto e vivere la propria esperienza personale. Il museo si sviluppa su due piani ed offre un’area attrezzata anche per i piccolini dai 0 ai 3 anni.

Per raggiungere Explora è necessario fare una passeggiata poiché si trova nei paraggi di Villa Borghese, vicino a Piazza del Popolo. Il museo apre dalle 10 alle 17 e la visita, che non è guidata, dura circa 1 ora e 45 minuti. Vi conviene prenotare e prima della visita dovete ritirare i biglietti prenotati in biglietteria 15 minuti prima dell’orario di ingresso, pena la decadenza della prenotazione.

Cosa visitare Roma in tre giorni con bambini – Secondo giorno

Luoghi da visitare
Colosseo
Museo 3D Rewind
Fori Imperiali
Piazza Venezia
Bocca della Verità
Museo delle cere
Fontana di Trevi
Piazza del Popolo

Il secondo giorno del nostro itinerario per visitare Roma in 3 giorni con bambini inizia dal Colosseo, simbolo della città per eccellenza e Inaugurato dall’imperatore Tito nell’80 a.C. In questa struttura venivano celebrati spettacoli, eventi pubblici, lotte tra gladiatori e molto altro. Visitabile su due livelli, è ancora visibile buona parte della struttura dell’arena che affascinerà i più piccoli. Occorrerà almeno per la visita e conviene acquistare il biglietto on line per saltare la fila ed evitare lunghe attese.

Per compiere un viaggio virtuale nella Roma del IV secolo d.C. imperdibile è una sosta al Museo 3D Rewind, un’attrazione unica per i bambini che potranno immergersi negli ambienti storici dell’epoca, come la stanza in cui si allenavano i Gladiatori, grazie ai filmati in 3D che riportano al tempo della Roma imperiale. I bambini vengono accolti da guide vestite come da antichi romani e una volta in sala, che appare come il centro di uno scavo archeologico, si trasforma, con l’aiuto di effetti speciali, in quello che erano i sotterranei del Colosseo, dove i gladiatori trascorrevano i momenti precedenti all’entrata nell’arena. Il museo si trova in Via Capo d’Africa 5, proprio a pochi passi dal Colosseo.

Continuate l’itinerario lungo via dei Fori Imperiali, passando per le varie piazze monumentali fatte costruire dagli imperatori tra cui il Foro di Augusto, il Foro della Pace, Il Foro di Nerva, di cui rimangono pochi ruderi. Alla fine della via potete ammirare il Foro di Traiano e i suoi mercati, ma soprattutto la spettacolare Colonna Traiana, ricca di splendidi bassorilievi narranti come in un film raccontano le gesta dell’imperatore contro i Daci e le sue vittorie.

Terminata via dei Fori Imperiali vi troverete in Piazza Venezia, la meravigliosa piazza in cui troneggia il Vittoriano. Salite le gradinate del Vittoriano per godere una vista mozzafiato sulla città e grazie all’ascensore i bambini potranno seguirvi senza stancarsi troppo.

Ad appena cinque minuti da Piazza Venezia non mancate una tappa alla Bocca della Verità: lo spettacolare e gigantesco medaglione apposto nel portico della chiesa di Santa Maria in Cosmedin susciterà grande interesse nei bambini che rimarranno affascinati da questo volto di fauno in cui si distinguono occhi, naso e bocca. In realtà si tratta di un tombino per il deflusso dell’acqua piovana che venne deposto al tempo di Augusto ma che poi però ha assunto poteri magici.

Infatti, secondo una leggenda, fu proprio la la Bocca della Verità a ordinare all’imperatore Giuliano di restaurare il paganesimo dopo avergli intrappolato la mano. Il sovrano, per riavere salva la mano, assecondò il volere del mascherone. Invece, nel Medioevo la Bocca della Verità veniva utilizzata per smascherare le menzogne, ma soprattutto per smascherare i tradimenti. Tra leggende e miti, oggi questo monumento è meta gettonata dai turisti che non perdono l’occasione di farvi una capatina.

Dopo aver fatto una pausa ristoratrice in uno dei tanti ristoranti della zona dirigetevi verso Piazza Santi Apostoli ed entrate con i vostri bambini al Museo delle cere, il terzo più grande in Europa per numero di personaggi presenti. Infatti, il museo vanta una collezione di 250 figure di cera tra cui, oltre a papi, politici e poeti, quella di Barack Obama, Francesco Totti e quella di un personaggio particolarmente amato dai bambini, la mitica Biancaneve. Non perdete una visita al Time Elevator, un cinema 3D inaugurato nel 2005, dove vale la pena vedere lo spettacolo su tre schermi panoramici Time Elevator Roma, un viaggio virtuale in un simulatore di volo della durata di 45 minuti che vi permetterà di vivere quasi 3000 anni di storia romana. Usciti dal cinema dirigetevi verso la vicinissima Fontana di Trevi, un altro simbolo di Roma assolutamente da non perdere e fate gettare nelle vasche della fontana barocca le monetine: i bambini ne saranno entusiasti!

Imboccate poi via del Corso, la via dello shopping per eccellenza e giungete fino a Piazza del Popolo, uno spazio enorme e scenografico, arricchito da un gigantesco obelisco alto 23,9 metri. Si tratta dell’obelisco Flaminio, il primo ad essere trasportato a Roma al tempo di Augusto, per festeggiare la vittoria dell’imperatore sull’Egitto. L’obelisco prima si trovava al circo Massimo, poi venne messo al centro della piazza per ordine di papa Sisto V nel 1589.

Cosa vedere a Roma in tre giorni con bambini – Terzo giorno

Luoghi da visitare

Città del Vaticano
Castel Sant’Angelo
Piazza Navona
Campo dei fiori
Pantheon
Piazza di Spagna

L’itinerario del terzo giorno per visitare Roma con i bambini inizia da Città del Vaticano: per raggiungerla prendete la metropolitana e scendete alla fermata Ottaviano-San Pietro, poi percorrete Via Ottaviano che vi porta dritto a Piazza San Pietro, uno spazio immenso circondato da un colonnato fantastico, realizzato dal Bernini. Immortalate voi e i bambini in questo spazio scenografico unico al mondo e poi andate alla visita della Basilica di San Pietro, facendo attenzione ad indossare abiti non succinti e a coprire gambe e spalle altrimenti non è permesso entrare. Per i bambini sarà uno spettacolo vedere la preziosità di opera come la Pietà di Michelangelo, che si trova protetta dietro un vetro antiproiettile, o il baldacchino del Bernini in bronzo. Gli stucchi e le opere della basilica lasceranno anche i più piccoli col fiato sospeso!

Usciti dalla basilica imboccate Via della Conciliazione, ricca di negozi di souvenir e articoli religiosi, e raggiungete Castel Sant’Angelo: la struttura merita di essere visita all’interno per la magnificenza delle sale e la sua terrazza. Costruito per volere dell’imperatore Adriano, il progetto si ispirava a quello del Mausoleo di Augusto, ma successivamente venne trasformato in un grande castello con l’aggiunta di una cinta muraria dalla quale si apriva la Porta di S. Pietro. In questo castello si rifugiavano poi i papi quando si sentivano minacciati. Da visitare la Terrazza dell’Angelo, dalla quale potrete godere una veduta meravigliosa sulla città. In alcuni periodi dell’anno è possibile visitare anche il passaggio segreto, il Passetto di Borgo, che collegava la Città del Vaticano con il castello.

Prima di proseguire concedetevi una sosta in una delle tante trattorie presenti attorno al Vaticano, in cui potrete gustare del buon cibo a prezzi economici.

Dopo questa pausa ristoratrice che darà nuova energia anche ai bambini potete proseguire alla prossima tappa dell’itinerario, ovvero Piazza Navona, splendida con i suoi i palazzi barocchi e le sue meravigliose fontane. Una delle più belle è la Fontana dei quattro fiumi realizzata dal Bernini, un autentico capolavoro. La piazza è sempre piena di gente, non solo cittadini, ma anche turisti e artisti di strada, oltre che ritrattisti che con i loro carboncini creano quell’atmosfera di un tempo calma e quieta.

Di qui proseguite per Via del Governo Vecchio fino a raggiungere Campo dei Fiori, in cui troneggia la famosa statua di Giordano Bruno, un monaco eretico condannato al rogo nel periodo della Controriforma. In questa piazza si svolge il famoso mercato con le sue bancarelle pittoresche che la anima di giorno, mentre la sera la piazza si trasforma in uno dei punti nevralgici della vita romana. Tutto attorno è pieno di locali e bar dove poter degustare qualcosa seduti comodamente al tavolo: i bambini saranno come stregati dall’odore delle focacce e delle pizze che vengono sfornate e sarà un piacere trascorrere qui qualche ora con loro.

Se ancora è giorno e vi è rimasto del tempo, tornate un passo indietro, precisamente su corso Rinascimento e prendete attraverso una serie di stradine che si trovano dietro palazzo Madama, che vi condurranno a piazza della Rotonda e al Pantheon, edificio meraviglioso la cui gigantesca cupola terrà i vostri bimbi col naso all’insù! Da piazza della Rotonda, prendendo per via dei Pastini fino a piazza di Pietra, proseguite verso via del Corso Umberto e giungete a Piazza di Spagna, da sempre il centro della vita culturale e turistica di Roma.

Il tour è terminato, ma se volete potete variarlo o aggiungere altri luoghi, per vivere con i vostri bambini un’esperienza unica!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito web utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. AccettoMaggiori informazioni...